Nuove castagnete per il Marrone di Rivalto

Già nel recente passato si è registrata una inversione di tendenza nella riduzione delle superfici delle castagnete nel Comune di Chianni e nel loro progressivo abbandono grazie alle iniziative, sia di imprenditori agricoli, che di privati appassionati. L’avvento del cinipide ha

Scelta dei polloni per l'innesto dopo ceduazione in località "Santorale"

Scelta dei polloni per l’innesto dopo ceduazione

successivamente attirato l’attenzione delle amministrazioni pubbliche e il castagno è tornato al centro di molti dibattiti e iniziative. Sull’onda di questo rinnovato interesse, negli ultimi due anni, si sono riattivati importanti interventi nel Comune di Chianni. In particolare in località “Santorale” e in località “La Madonna” si stanno svolgendo da due anni lavori di conversione di cedui in castagnete da frutto per una superficie totale di circa 3 ha. A questo si aggiungono circa 0,5 ha che che sono stati seminati lo scorso anno. Anche se può sembrare poco, queste nuove superfici, rappresentano molto per il nostro Comune.

Come abbiamo ricordato su questo sito nella nota tecnica dello scorso luglio 2016, la conversione del ceduo è la scelta migliore e più produttiva per ottenere nuove castagnete. Ottenere un castagneto da frutto partendo da cedui preesistenti permette il ricorso ai polloni come portinnesti a garanzia di un eccellente vigore nello sviluppo e conseguente accorciamento dei tempi per entrare in fruttificazione. L’apparato radicale esteso infatti, consente di avere un portinnesto vigoroso che richiede molte meno cure colturali in termini di concimazioni e irrigazioni. La scelta dei polloni deve essere estremamente accurata per garantire un eccellente affrancamento e ridurre al minimo eventuali danni da stroncature dovute al vento o alla fauna.

Seguiremo con interesse l’evoluzione delle nuove castagnete felici di sapere che il Marrone di Rivalto sta consolidando la sua presenza nel nostro territorio.

Giacomo Costagli

Associazione Amici di Rivalto